Quinto giorno: Museo Ghibli (TOTOROOO™) Shinjuku e Kabukicho

Piove (ancora), ma finalmente oggi si visita il tanto atteso Museo Ghibli a Mitaka!

Mitaka è una cittadina nella periferia di Tokyo e si raggiunge con la JR Chuo-Line per poi arrivare al Museo Ghibli grazie a un comodo autobuss-ino (perchè anche i bus sono piccoli).

Dopo la consueta colazione dei campioni a base di salmone al vapore (almeno per Luca), ci dirigiamo verso la stazione JR di Ueno per prendere il treno che ci porterà nel luogo tanto atteso, ma prima: BENTO!

Il Bento è quella che noi definiremmo “la schiscetta”, il pasto da casa, ed è ciò che i giapponesi di solito mangiano a pranzo (almeno quando sono al lavoro/ a scuola/ fuori/ sotto i ciliegi). Al Museo Ghibli c’è un baretto/ristorante, ma è sempre pienissimo e così decidiamo di fermarci a prendere un “pasto al sacco”.

Nell’immensa stazione di Ueno (bellissima, tra l’altro) c’è un posticino molto carino che vende sushi, carne e verdure e dove puoi comporti tu la tua scatoletta o comprarne una creata dalle gentili commesse. Vada per due scatole prefabbricate.

TOTORO Arriviamo!

Per prendere la “Chuo-Line” dovrete cambiare a Shinjuku (se venite da Ueno) e poi orientarvi tra 16 diverse linee che si chiamano tutte “Chuo-Line”!

Dopo un attimo di smarrimento e conseguente consultazione della cartina troviamo la nostra linea ” 11 Chuo-Line RAPID” (attenzione: ci sono due linee per Mitaka, ma se prendete quella non rapida rischiate di rimanere sul treno per una buona ora, tra mille fermate!) .

Sul treno, mentre Luca dorme, vedo uno Yakuza! O_O WOW! Riconoscibile oltre che dall’abbigliamento, anche dal dito senza falange… andrà al Museo Ghibli?!

Una volta a Mitaka si prende il Ghibli Bus, si nota subito perchè giallo e pieno di animaletti tratti dalla sigla di Totoro (300¥ a/r), in cui vi stiperanno come in una Simmental assieme a migliaia di bambini urlanti e che vi lascerà davanti al museo.

WOW! Meraviglioso! Il museo è una piccola casa “torre”, piena di stanze e stanzine e porte segrete che si può esplorare senza logica, pieno di tutto quello che potreste immaginare. Anche i bagni sono strepitosi, in stile europa anni ’20, ma la chicca assoluta è il cinema! Quando entrate, oltre al biglietto, vi danno un cartoncino con un pezzo di pellicola contenente 3 fotogrammi da un film (che ovviamente poi vi terrete) e che servirà come biglietto del cinema interno per la visione di un cortometraggio. Non ho parole per descrivere il tutto… visto che dentro non si possono fare foto, ecco una foto di ciò che potrete trovare sul tetto (esplorabile anche questo!):

Dopo la visita e le relative compere allo shop interno, decidiamo di tornare e fermarci a Shinjuku per vedere il quartiere a luci rosse di Kabukicho: per intenderci… quello di City Hunter!

La stazione di Shinjuku è una delle più grandi della città (se non la più grande) ed è molto bella, circondata da grattacieli e ponti.

Da li, camminando un po’, si arriva a Kabukicho, quartiere della perdizione e di molte altre cose, tra cui ristoranti, bancarelle piene di frutta costosissima (qui la frutta si regala al posto dei fiori, per intenderci) e di molte altre cose.

E’ divertente gironzolare a caso per le vie perdendosi tra le luci al neon delle insegne e le urla dei ragazzi che cercano di farti scegliere in che ristorante mangiare, fino a quanto i piedi non cominciano a incitarti pregandoti di tornare al ryokan.

Dopo una giornata passata a camminare la cosa migliore è l’onsen: le terme o bagni pubblici! Qui al ryokan sono all’ultimo piano, con una splendida vasca sul tetto piena di acqua bollente in cui ci si può immergere tipo “aragosta” a cuocersi, prima di cena.

Per la prima volta decidiamo di buttarci su un pasto più “ricercato”: sushi in un vero ristorante. Seguiamo le indicazioni della Lonely Planet e ci ritroviamo al sesto piano di un palazzone in un ristorante di Sushi tradizionale pieno di donnine in kimono e fiori di ciliegio (ma no?), in qui per prima cosa ci fanno togliere le scarpe e poi ci conducono al tavolo con i tatami.

Entro la fine della serata Valez sfoggerà il suo giapponese con successo (mi capiscono!!!), il sushi sarà ottimo, a poco prezzo e il posto veramente splendido. YAY!!!

Annunci

4 commenti

Archiviato in Uncategorized

4 risposte a “Quinto giorno: Museo Ghibli (TOTOROOO™) Shinjuku e Kabukicho

  1. Mepo

    Bimbi tra i bimbi, domanda: qual’è l’aggettivo o gli aggettivi con cui definireste la vostra visita al mitico museo?
    Mepa

  2. Flavia

    Ma invece il nome del ristorante e l’indirizzo? Parto il 27 e sto raccogliendo posti in cui pappare!

    Grazie Flavia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...