Ottavo giorno: Takayama e i cibi della montagna nipponica

Iniziamo la giornata prestissimo, come nei veri paesini di montagna, con una colazione giapponese a base di: zuppa di miso, insalatina, verdurine di ogni tipo, alghe, qualcosa con il tofu e altre leccornie tra le quali un croissant.

Questa volta anche Valez si lancia nella degustazione dell’ibrido nipponico/occidentale, e sembra anche apprezzare.
Belli carichi dopo questa botta di energia, partiamo alla conquista dei mercatini mattutini di Takayama, che si tengono tutti i giorni dalle sei a mezzogiorno lungo le rive del fiume.

Ogni bancarella cerca di farti provare qualcosa nel loro modo:
  • Fase 1: Dove l’ignaro cliente si avvicina per dare un’occhiata
  • Fase 2: Dove il venditore della bancarella urla un “Irasshaimase!” (“Prego entrate”, ma in questo caso sarebbe più tradurre come “Prego guardate”).
  • Fase 3: Dove l’ignaro cliente di cui sopra si sente in colpa ma non può più scappare perché subissato di domande fatte in un inglese improvvisato sui suoi gusti e sul suo paese di origine
  • Fase 4: Dove o si scappa, o si assaggia. Meglio assaggiare e ringraziare con un sorriso. Se si vuole essere veramente giapponesi basta un cenno della testa.
Oramai è troppo facile resistere al loro attacco, in quanto lo usano in tutto il Giappone e dopo un po’ ci si fa l’abitudine, per cui riusciamo a districarci abilmente tra le bancarelle di rape giganti e mele costosissime (1000¥ l’una!).
Oggi è una splendida giornata e la sfruttiamo per raggiungere il “Villaggio del folclore di Hida”, uno splendido parco a cielo aperto dove sono state raggruppate tutte le case tradizionali della zona della vale di Hida per preservarle e mantenere la loro identità storica. Dovete sapere che con l’arrivo dell’energia elettrica moltissime persone si sono spostate in città, e con la costruzione di dighe idroelettriche alcuni villaggi sono stati addirittura sommersi dall’acqua.
Incredibile…

Ci perdiamo tra i legni di queste splendide dimore e ammiriamo gli altissimi tetti fatti di paglia intrecciata. Se passate da queste parti fate una visita qui, anche perchè a Takayama vi è una sola via da vedere oltre a questo :P.
La città però pullula di prelibatezze! Una di queste è la “Carne di Hida”, pregiata come quella di Kobe, ma meno conosciuta. Anche se stasera ci aspetta una cena molto abbondante, non possiamo trattenerci dal provare questa specialità locale.
Entriamo in questo posto molto fashion tutto bianco in cui ci fanno accomodare ad un tavolo munito di piastra (perchè ognuno si cuoce la propria bistecca). Ordiniamo due menu fissi abbastanza economici (1200¥ e 1600¥, rispettivamente 9.60€ e 12.80€ circa) e una volta cotta la carne è sublime, si scioglie in bocca!
Si tratta di un taglio di carne molto grassa, come quella di Kobe, a differenza di quest’ultima però ci viene servita con una salsa a base di miso e con la salsa barbecue.

Quindi mi raccomando, se mai farete una capatina qui e andrete dall’esplorazione del parco di poco fa, mi raccomando, fermatevi a mangiare per pranzo una bella bistecca: il vostro umore migliorerà ed uscirete dal ristorante in pace con il mondo.
Visto che qui i negozi chiudono alle 16.30, ci incamminiamo per le intricate tre vie storiche piene di ninnoli, cazzate, cose da mangiare, sake e quant’altro un turista possa voler portare a casa. Sembra un po’ Gardaland.
Valez è anche stata usata come modella occidentale per ombrelli orientali!

Questa parte a nostro parere è stata un po’ la meno riuscita del posto: i negozi di souvenir vendono un sacco di cose che si possono trovare ovunque in Giappone, anche se si dice che siano a prezzi più bassi (non abbiamo verificato).

Fatto sta che troverete dalle bambole di Hello Kitty al peluche di Lilo & Stitch fino ad arrivare al Daikon (una rapa giapponese) sottaceto o alle caramelle al sapore di miso. Decisamente un’accozzaglia di roba kitsch che stona un po’ con l’importanza storica della città.

Un consiglio: se alla fine del pranzo volete un dolce non compratelo, ma gironzolate per i negozi, chiunque vi offre qualcosa da mangiare e vedrete che entro la fine del pomeriggio avrete assaggiato tutte le leccornie che vorrete.

Da bravi vecchietti di montagna alle cinque siamo già al ryokan e decidiamo di farci l’ennesimo bagno nell’onsen del posto per bollirci a dovere, oramai è diventata un’abitudine.
Stiamo forse diventando giapponesi? :O

Credo proprio di no: sapete che qui si mangia dalle 17.30? Molti lo fanno, ma noi non riusciamo a sederci per terra che alle 19.30, prima è decisamente impensabile.

Ci vengono serviti migliaia di piattini decorati nella miglior maniera possibile per colmare l’ospite sia nello spirito, grazie alla bella visione, che nel corpo.

Questo è il Kaiseki.

State leggeri a pranzo, perché è veramente composto da tante piccole porzioni tutte diverse tra loro. Si parte dal sashimi per arrivare al tempura o al tonkatsu, fino ad avere la carne di Hida bollita in una zuppa di miso e verdure o un salmone grigliato. Alla fine sarete veramente stracolmi! E pensare che abbiamo scelto il menu più economico, quello da 1000¥.

Domani si parte per Kyoto, la città dei templi e delle geishe. Ci sarà da divertirsi…

Baci a tutti, e grazie per seguirci, siete veramente in tantissimi! 🙂
Annunci

5 commenti

Archiviato in Uncategorized

5 risposte a “Ottavo giorno: Takayama e i cibi della montagna nipponica

  1. Tommy

    che bellooooo!!!! mi sn fatto un sprint mattutino della lettura del blog per recuperare i giorni in cui non ero a casa xD
    certo che cenare alle 17.30..sn peggio degli inglesi..io faccio la seconda merenda a quell’ora O_O

    :**

  2. Porc, mi è venuta una famissima! Sempre 10+ per la narrazione 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...